Comunicato dei media

L’artista canadese pittore impressionista internazionale Antoine Gaber esporrà la sua arte a sostegno della raccolta-fondi per un Istituto per la Ricerca sul Cancro durante il Festival dei Fiori di Sanremo, Italia

Di prossima pubblicazione

on_the_sea

Toronto, 18 gennaio 2005: Il pittore impressionista canadese, ricercatore sul cancro e filantropo Antoine Gaber, che per molti anni ha sostenuto iniziative di raccolta-fondi per la ricerca sul cancro in Canada e più recentemente in Messico, continuerà a sostenere la ricerca sul cancro mentre parteciperà al Festival dei Fiori di Sanremo. Gaber presenterà la sua nuova iniziativa di raccolta-fondi sotto il titolo “Passione per la vita”.

Questa è la prima iniziativa di raccolta-fondi di Gaber che si tiene in Europa, durante il Festival dei Fiori di Sanremo. Gaber esporrà alcune delle sue ultime opere con disegno floreale e firmerà anche alcuni dei suoi manifesti a sostegno dell’evento di raccolta-fondi per la Lega Antitumori (istituto di beneficenza per la ricerca sul cancro con sede a Sanremo). Antoine Gaber è stato insignito del prestigioso premio”Lorenzo il Magnifico”, come riconoscimento per la carriera artistica di Gaber, nel 2003 alla Biennale Internazionale dell’Arte Contemporanea di Firenze. Durante le varie esposizioni tenute in diversi Paesi, Gaber ha contribuito, con una consistente percentuale della vendita delle sue opere d’arte e con i profitti derivanti dall’uso delle immagini della sua arte, a raccogliere fondi ad ulteriore sostegno della ricerca sul cancro.

gaber_nr_09

Professor Kathleen Pritchard, from the Toronto Sunnybrook Cancer Center, Canada in Antoine Gaber’s studio

Avendo lavorato per parecchi anni nella ricerca clinica sul cancro, la passione di Antoine per la vita e per la salute dei pazienti si riflettono non soltanto nel suo lavoro di ricerca clinica e nella sua arte, ma anche nelle cause filantropiche che sostiene. La visione e l’intento di Antoine sono sempre stati diretti a rendere migliore il mondo”, ha affermato la professoressa Kathleen Pritchard, del Centro per il Cancro di Toronto-Sunnybrook, in Canada, specialista sul cancro riconosciuta a livello internazionale.

“I miei incontri personali con persone che soffrono di tumore, inclusi dei membri della mia famiglia, hanno toccato la mia anima”, ha detto Gaber. “Anche se tutte le attività di ricerca clinica stanno progredendo, abbiamo ancora molto lavoro da fare per trovare delle cure. La mia speranza è che i fondi raccolti aiuteranno a contribuire al lavoro già intrapreso nella ricerca sul cancro”, ha affermato Gaber.

Dopo il grande successo della prima edizione con più di 10.000 visitatori, Floriviera si sta preparando per l’edizione 2005 del Festival dei Fiori di Sanremo.

La seconda edizione del Festival dei Fiori di Sanremo si terrà al Mercato dei Fiori di Sanremo dal 28 al 30 gennaio 2005:

evento annuale in cui tutte le forme floreali prodotte nella Liguria di Ponente (Liguria ovest) vengono messe in mostra, dalle piante sempreverdi, ai cactus, alle piante floreali fino alle erbe aromatiche. E’ un appuntamento imperdibile, dove ci si può immergere nelle migliaia di colori e di profumi che si trovano soltanto nell’area di Sanremo, grazie al microclima che permette loro di essere coltivate in inverno.

Un’ampia sezione della mostra sarà dedicata alle decorazioni floreali per ambienti domestici o lavorativi e, naturalmente, per quelli in cui ci si diverte a disporre i fiori come passatempo. I progettisti floreali dimostreranno durante corsi e lezioni che le loro tecniche innovative possono produrre ben più del classico bouquet, bensì dei capolavori di architettura floreale nello stile italiano di Sanremo. Il ruolo del progettista floreale è sempre più importante nel fare tendenza e il vincitore del Concorso Bouquet Sanremo 2005 progetterà i bouquet che saranno offerti agli ospiti, alle star e ai vincitori del famoso Festival della Musica di Sanremo.

Ancora una volta il Festival dei Fiori terrà anche il Corso Fiorito, la solenne processione di carri fioriti, che viene trasmessa in diretta dalla RAI TV per il programma Linea Verde, ricordando a migliaia di italiani il sole e i colori di Sanremo.

Tra le molte altre iniziative del Festival c’è una magnifica esposizione di rose, dove si enfatizza il loro autentico profumo, che per qualche tempo ultimamente aveva perso un po’ d’importanza per i coltivatori a vantaggio di longevità e varietà di colore delle rose. Eccola qui la caratteristica fondamentale ed originale della rosa: il profumo ritorna in primo piano.

Le scuole floreali presenti al Festival terranno dimostrazioni professionali e spiegheranno stili e tecniche, offrendo al visitatore la possibilità di comprendere e di apprezzare l’importanza fondamentale di queste scuole.

All’interno del Festival dei Fiori, Fioritec terrà l’XI Salone della floricoltura mediterranea, un’esposizione commerciale specializzata, che aggiorna il pubblico del settore commerciale sulle ultime tendenze dalla produzione alla vendita del prodotto finito. Saranno inoltre presenti i migliori produttori di tutti i settori della floricoltura, che mostreranno le ultime tendenze della coltivazione, dell’ingegneria delle piante, di macchinari, fertilizzanti, prodotti di protezione per le piante, tecniche di conservazione col taglio dei fiori, disposizione dei fiori ed equipaggiamento per il trasporto dei fiori, per citare solo alcuni degli aspetti che può vedere il visitatore.

Incontri e dibattiti faranno sì che gli aspetti tecnici e commerciali della floricoltura possano essere discussi a fondo: a livello locale, per la Liguria di Ponente stessa, e a livello internazionale dove l’85% dei fiori italiani viene esportato in tutto il mondo dalla Liguria di Ponente.

Alla fine dell’esposizione, i visitatori saranno anche invitati a portarsi a casa le immagini dei fiori in mostra, lasciando una donazione i cui profitti vanno alla Lega Antitumori ((istituto di beneficenza per la ricerca sul cancro con sede a Sanremo).

Gli organizzatori della mostra, Floriviera, sono sponsorizzati dal Comune di Sanremo e da Sanremo Promotion, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e il supporto del Distretto Florivivaistico, della Regione Liguria, della Provincia di Imperia, della C.C.I.A.A. e del Prefetto di Imperia.

gaber_poppies_poster_mod

Sede organizzativa: Floriviera, Via Q. Mansuino 12, 18038 Sanremo, Italia

Per ulteriori informazioni:

Sanremo Promotion, Villa Zirio – Corso Cavallotti 51, 18038 – Sanremo, Italia

Ufficio Stampa: Studio Abba, Corso Italia 6 – 50123 Florence, Italia

Artista pittore impressionista, Antoine Gaber: www.antoinegaber.com

gaber_passion_for_life_poster_mod

Dichiarazione dell’artista su “Passione per la vita”

Gaber è nato in una famiglia di artisti, nel 1957, al Cairo, in Egitto. Una ricca tradizione di famiglia in campo artistico, così come l’influenza di attori leggendari, di cantanti pop e di autori di canzoni hanno reso Gaber capace di sviluppare un profondo apprezzamento per l’espressione artistica.

Auto-didatta, Gaber iniziò a dipingere solo nel 1994, confidando nell’ispirazione tratta dall’opera di Monet, Renoir e Van Gogh, come guida nella sua interpretazione di paesaggi, paesaggi marini, nature morte e floreali. La sua passione per l’arte è sconfinata, come lo è il sodalizio con la sua carriera professionale come ricercatore per la cura del cancro, dell’HIV e della malattia del fegato.

Egli è egualmente appassionato nel sostenere gli istituti di beneficenza, facendo notare “Ho sempre avuto in mente di aiutare la gente, di usare il mio talento per una buona causa.”

Per maggiori informazioni sull’artista potete visitare il suo sito d’arte:  www.antoinegaber.com

 “Passion for Life” Artist Statement

gaber_04

Come ricercatore medico, sono giunto ad apprezzare quanto preziosa sia davvero la vita. Dal viaggio affrontato da coloro che lottano per superare la malattia, agli sforzi artistici che ho sperimentato proseguendo attraverso il mio viaggio di auto-espressione, si diventa estremamente consapevoli del fatto che la vita è qualcosa di più della semplice esistenza. E’ veramente una celebrazione. Se scegli di accettare integralmente ogni singolo giorno, combinandolo ad un senso di meraviglia e di scopo, anche tu scoprirai la pace interiore. Anche tu realizzerai la tua passione per la vita.

Commenti della critica d’arte sull’opera artistica di Gaber: citazioni inedite

Prof. John T. Spike, critico e storico dell’arte (New York), direttore della Biennale di Firenze

Antoine Gaber sta rivisitando gli impressionisti con uno sguardo fresco e con la sua personale sensibilità. Gaber si è immerso nelle glorie dell’Impressionismo. Il suo pennello e il suo cuore si dedicano a fare dell’arte degli impressionisti l’arte di oggi.

Prof. Matty Roca, critico e storica dell’arte; membro dell’Associazione Internazionale dei Critici d’Arte (AICA), (Messico)

“Attraverso il viaggio pittorico di Antoine Gaber, si incontrano colore e natura nello stile di pittura e di utilizzo delle pennellate proprio dell’artista. Artista auto-didatta, il suo punto di partenza è l’interesse per tutta l'”evoluzione creativa delle cose” e attraverso le sue emozioni e la sua sensibilità l’interpretazione della natura e dei dettagli diventa viva.

La padronanza dello stile impressionista si libera nella sua arte, la creazione del contrasto, i toni e uno speciale dinamismo ritmico di luce e d’ombra sono senza dubbio i suoi punti forti.

La lettura poetica della sua opera d’arte offre un universo di pace interiore e di silenzio. Si può immaginare di trovarsi in un paesaggio bucolico (pastorale) ricolmo di fiori, con un laghetto punteggiato di ninfee che irrevocabilmente rinvia alle emozioni profondamente vissute e sentite durante la creazione dei suoi dipinti.”