Comunicato stampa

Passion for Life al Grand Palais di Parigi

dscf0330lr

Il Salon des Artistes Indépendants accoglierà la mostra di Passion for Life a sostegno dell’Institut Curie al Grand Palais di Parigi: uniti nella lotta al cancro 15 artisti internazionali esporranno le loro opere.

france_flag

Francia

paris_municipal_flag

Parigi

Per l’immediata pubblicazione:

20 novembre 2008 Parigi, Francia: La prossima mostra di Passion for Life si svolgerà dal 21 al 30 novembre 2008, al Grand Palais di Parigi, a sostegno dell’Institut Curie. Dopo varie esposizioni in Italia, Messico e nel Principato di Monaco, gli artisti di Passion for Life sono stati invitati ad esporre a Parigi, sotto le insegne della Société des Artistes Indépendants. A seguito dell’invito del presidente dell’associazione, la signora Franckie Tacque, e del comitato di direzione, 15 artisti internazionali esporranno la loro arte per una causa umanitaria: la lotta al cancro.

Un piccolo gruppo di artisti innovatori, Paul Cézanne, Paul Gauguin, Henri de Toulouse-Lautrec, Camille Pissarro e i fondatori Albert Dubois-Pillet, Odilon Redon, Henri-Édmond Cross, Georges Seurat, Paul Signac, fondarono nel 1884 il Salon des Indépendants. Come una sfida, questi pittori neo-impressionisti, stanchi di venir rifiutati dalle giurie del Salon ufficiale, decisero di creare il loro Salon – il Salon des Indépendants – basato sul principio fondamentale “né giuria né premi”

Uno degli obiettivi del programma Passion for Life è la raccolta di fondi per sostenere la lotta al cancro. Il programma è stato fondato da Antoine Gaber, pittore impressionista e ricercatore che sviluppa farmaci principalmente per le terapie del cancro. In ogni paese in cui si sono svolte le mostre di Passion for Life, i fondi raccolti sono stati interamente devoluti ad associazioni locali preselezionate. Nell’evento di Parigi Passion for Life sosterrà l’Institut Curie.
Fondato nel 1909 sull’impostazione del modello concepito da Marie Curie, l’Institut Curie raccoglie oggi 2000 ricercatori, medici e professionisti della salute, che lottano per lo stesso scopo: trovare cure al cancro, velocemente.

Come Fondazione riconosciuta di interesse pubblico dal 1921 l’Institut Curie mira a rendere disponibili il più velocemente possibile i più recenti sviluppi della ricerca, con un approccio multidisciplinare, per portare ai pazienti i migliori trattamenti disponibili.

Artisti partecipanti:
Figen Begen, Mary Brilli, Diana Calvillo, Jean Pierre Faucher, Antoine Gaber, Marybel Gallegos, Sumio Inoue, Maz Jackson, Kosmas Kroussos, Leticia Leal, Sinae Lee, Martin J.A. Nijman, Marieta Reijerkerk, Goga Trascierra, Karel Vreeburg.
Partners: A.P.E. Association de la presse étrangère; Le Nôtre; Poilâne; Espace le Scribe-l’Harmattan; Fondazione Franco Bombana; Sagat.

Salon des Artistes Indépendants – ART en CAPITAL – al Grand Palais, Avenue F.D. Roosevelt – 75008 Parigi
Orario: tutti i giorni dalle 11.00 alle 19.30

Inaugurazione (solo su invito): venerdì 21 novembre dalle 17.00 alle 22.30
Aperture serali: mercoledì 26 e venerdì 28 novembre fino alle 22.30

Biglietti: 10 euro / ridotti 6 euro

Trasporti: metropolitana linee 1, 9 e 13 – stazione: Champs Elysées, Clemenceau or Franklin Roosevelt
bus: numeri 28, 32, 42, 72, 73, 80, 83, 93

gaber_tacque_03lr

Per il

Institut Curie

institut_curie_logo_eng

aa_grand_palais_02lr

PASSIONE PER LA VITA iniziativa benefica di Antoine Gaber e Mostra collettiva con il Patrocinio della Sig.ra Franckie Tacque, Presidente della “Société des Artistes Indépendants”, Parigi; la Sig.ra Christine Albanel, Ministro della Cultura e Comunicazione e il Sig. Yves Saint-Geours, Presidente dello Stabilimento Pubblico del “Grand Palais des Champs Elysées”, Parigi.

gaber-2005-photo-shoot-050b

“Il Programma Passione per la Vita fu ideato per incrementare l’informazione sul cancro e per ricavare fondi per la ricerca e combattere il tumore al seno” disse Antoine Gaber, il Pittore Impressionista Canadese.

Passione per la Vita” è un Programma unico e innovativo che unisce la comunità artistica nel mondo, con il significativo sostegno della Biennale di Firenze, per favorire la prevenzione e la ricerca sul cancro nel mondo. “Sono estremamente ottimista sul successo futuro perche con i miei compagni artisti nel mondo uniremo i nostri sforzi per sostenere la nostra causa” disse Antoine Gaber.

“L’iniziativa Passione per la Vita di Antoine Gaber é sorprendente, egli ha lavorato per la Ricerca sul Cancro al Seno per molti anni contribuendo allo sviluppo di molti farmaci per il cancro al seno e ora sta usando il suo talento artistico riconosciuto a livello internazionale per contribuire alla raccolta dei fondi per favorire la ricerca sul cancro e la prevenzione.”

kat-09b

“Avendo lavorato per molti anni per la ricerca clinica sul cancro, la passione per la vita di Antoine e il benessere dei pazienti si riflettono non solo nel suo lavoro di ricerca clicnica e sulla sua arte ma anche nei motivi filantropici che egli sostiene. L’immagine e l’interesse di Antoine sono sempre rivolti a rendere il nostro mondo migliore” disse la Professoress Kathleen Pritchard, dal Centro Tumori Sunnybrook, Toronto, Canada, e nota specialista di fama internazionale , sul cancro al seno.

L’Artista:

Antoine Gaber, combinazione unica tra ricercatore sul cancro, uomo d’affari e artista pittore internazionalmente riconosciuto, presenta delle carriere che si contrappongono tra di loro, attirando in parecchi Paesi sempre più attenzione; ad ogni modo, Gaber continua ad avere un ruolo nel progresso di arte e scienza. In un incessante desiderio d’armonia, Antoine Gaber, le sue opere artistiche, i suoi progetti umanitari e i suoi incommensurabili sogni di comunione tra uomo e natura contribuiscono all’unisono al lavoro della sua chiara missione: utilizzare il talento a favore di una buona causa. Durante le varie esposizioni tenutesi in parecchi Paesi, Gaber ha contribuito con un’importante percentuale della vendita delle sue opere d’arte e con i profitti derivanti dall’uso delle immagini della sua arte a raccogliere fondi per un ulteriore sostegno alla ricerca sul cancro. Né il successo né la notorietà riescono a distogliere il pittore dai suoi ideali.

Antoine Gaber è stato premiato con il prestigioso premio “Lorenzo il Magnifico“, come riconoscimento per la carriera artistica di Gaber, nel 2003 durante la Biennale Internazionale dell’Arte Contemporanea di Firenze, una delle più prestigiose esposizioni d’arte. Gaber rappresenterà ancora una volta il Canada nel dicembre del 2005 a Firenze in Italia.

Dichiarazione dell’artista su “Passione per la Vita”

gaber_04

Come ricercatore medico, sono giunto ad apprezzare quanto preziosa sia davvero la vita. Dal viaggio affrontato da coloro che lottano per superare la malattia, agli sforzi artistici che ho sperimentato proseguendo attraverso il mio viaggio di auto-espressione, si diventa estremamente consapevoli del fatto che la vita è qualcosa di più della semplice esistenza. E’ veramente una celebrazione. Se scegli di accettare integralmente ogni singolo giorno, combinandolo ad un senso di meraviglia e di scopo, anche tu scoprirai la pace interiore. Anche tu realizzerai la tua passione per la vita.

Commenti dei Critici d’Arte sull’opera d’arte di Gaber: Citazioni inedite

Prof. John T. Spike, Critico e Storico d’Arte (New York), già Directtore della Biennale di Firenze

“Antoine Gaber sta rivisitando gli impressionisti con uno sguardo fresco e con la sua personale sensibilità. Gaber si è immerso nelle glorie dell’Impressionismo. Il suo pennello e il suo cuore si dedicano a fare dell’arte degli impressionisti l’arte di oggi”.

Prof. Matty Roca, Critico e Storico d’Arte; Membro dell’ Associazione Critici d’Arte (AICA), (Mexico)

“Attraverso il viaggio pittorico di Antoine Gaber, si incontrano colore e natura nello stile di pittura e di utilizzo delle pennellate proprio dell’artista. Artista auto-didatta, il suo punto di partenza è l’interesse per tutta l’”evoluzione creativa delle cose” e attraverso le sue emozioni e la sua sensibilità l’interpretazione della natura e dei dettagli diventa viva.
La padronanza dello stile impressionista si libera nella sua arte, la creazione del contrasto, i toni e uno speciale dinamismo ritmico di luce e d’ombra sono senza dubbio i suoi punti forti.

La lettura poetica della sua opera d’arte offre un universo di pace interiore e di silenzio. Si può immaginare di trovarsi in un paesaggio bucolico (pastorale) ricolmo di fiori, con un laghetto punteggiato di ninfee che irrevocabilmente rinvia alle emozioni profondamente vissute e sentite durante la creazione dei suoi dipinti.”

Per ulteriore informazioni: www.antoinegaber.com